Iniziare la scuola con la massima "normalità" possibile e con un concetto di protezione...

Dopo la rilassante pausa estiva, tutti non vedono l’ora che inizi il nuovo anno scolastico.
Il nuovo anno scolastico non riporterà nemmeno la vecchia normalità. Le scuole devono continuare a rispettare rigide norme a tutela della salute di tutti i dipendenti, insegnanti e studenti per poter riprendere l’insegnamento presenziale. Principalmente responsabile per l’applicazione dei piani di protezione sono le scuole stesse, non lo Stato. La sorveglianza dell’applicazione incombe ai Cantoni.
Il 25 giugno 2020 l’Assemblea plenaria della CDPE ha adottato i seguenti principi per il prossimo anno scolastico:

  • L’anno scolastico 2020/2021 è considerato un anno scolastico regolare.
  • Il programma di studi, le linee guida sul materiale didattico, il supporto all’apprendimento, la valutazione, nonché le procedure di dottorato e di trasferimento saranno implementati in conformità con le basi legali applicabili.
  • In linea di principio, l’insegnamento si svolge a pieno regime. Se le norme sulla distanza e le misure di protezione impediscono in modo sproporzionato la regolare attività scolastica a pieno regime, i concetti di protezione prevedono come primo provvedimento la raccolta dei dati di contatto ai sensi dell’art. 4 cpv. 2 lett. b dell’Ordinanza Covid 19 situazione particolare. Ulteriori misure sono riservate.

I concetti di protezione cantonali sono talvolta molto diversi. Alcuni cantoni hanno deciso di rendere obbligatorie le maschere, altri stanno considerando questa misura. Veda il contributo della RSI concernente la situazione nelle scuole ticinesi del 10 agosto 2020.

La federazione “Educazione Privata Svizzera EPS” sostiene la nostra rete con raccomandazioni e una valutazione della situazione.
Volete notare che la situazione può cambiare continuamente a causa dei provvedimenti del Consiglio federale. Completiamo la nostra documentazione nel miglior modo possibile.
12.08.2020, Segreteria delle Scuole Cattoliche della Svizzera

Partecipate alla nostra discussione – condividete le vostre esperienze e conoscenze con colleghi. Scrivete osservazioni, fate delle domande…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News & suggerimenti